Pneumatici invernali, catene o calze da neve: quale attrezzatura scegliere per affrontare al meglio l’inverno?

Neve, pavimentazione bagnata e ghiaccio: fattori climatici che rendono pericolosa la guida. Per affrontare l'inverno nelle giuste condizioni è indispensabile l'utilizzo di attrezzature speciali: pneumatici invernali, catene o calze da neve. Andiamo ad analizzare vantaggi e svantaggi di ognuna di esse.
Pneumatici invernali, catene o calze da neve: quale attrezzatura scegliere per affrontare al meglio l’inverno?
©RyanJLane/iStock

Quando usare gli pneumatici invernali?

Nelle regioni più esposte a condizioni invernali rigide, è consigliabile dotarsi di pneumatici invernali a partire dal mese di novembre. In generale se ne raccomanda l’uso non appena la temperatura scende sotto i 7 gradi, in quanto hanno specifiche caratteristiche tecniche pensate per le condizioni invernali:

  • la gomma non si indurisce alle basse temperature, il che permette una migliore aderenza;
  • le scanalature sono più profonde rispetto a quelle degli pneumatici estivi;
  • le lamelle favoriscono l’evacuazione dell’acqua e della neve.

Va sottolineato che gli pneumatici invernali non devono in nessun caso essere utilizzati durante i mesi estivi. Il costo del loro montaggio e smontaggio costituisce quindi il loro principale inconveniente.

Utile da sapere: anche se a volte vengono confusi con gli pneumatici da neve, solo gli pneumatici invernali hanno una denominazione ufficiale. Riconosciuti dalla normativa europea, si contraddistinguono per il simbolo 3PMSF, ovvero una speciale marcatura con disegno che rappresenta una montagna con 3 cime, al centro delle quali è presente un fiocco di neve.

Quali sono le specificità delle catene da neve?

Le catene da neve sono progettate per essere montate sulle ruote del tuo veicolo. Si tratta di uno strumento di supporto studiato per migliorare l’aderenza dello pneumatico sulla pavimentazione quando si percorre una strada innevata. Consentono di avanzare con più agilità laddove le gomme da neve potrebbero riscontrare problemi. Il loro utilizzo è essenziale per chi vive in una zona di montagna soggetta a forti nevicate. Le catene da neve offrono diversi vantaggi, tra i quali:

  • un design robusto che consente loro di sopportare carichi pesanti;
  • l’opportunità di essere utilizzate con la maggior parte dei veicoli;
  • un’eccellente adattabilità a strade ripide e tortuose.

Il principale svantaggio delle catene da neve è la loro difficoltà di montaggio, per cui è necessaria un po’ di pratica. Per semplificare la procedura, puoi optare per catene a tensione automatica, più comode da installare, ma allo stesso tempo più costose.

Utile da sapere: l’uso di pneumatici invernali o il trasporto di catene da neve a bordo sono obbligatori in alcuni periodi e su determinate strade, in base a specifici ordinamenti territoriali e alla presenza dell’apposito cartello di colore blu. Le catene devono comunque essere rimosse quando si lascia una strada innevata.

In quali occasioni utilizzare le calze da neve?

Le calze da neve sono un’interessante alternativa alle catene. Meno costose, risultano anche più immediate a livello di installazione e offrono un migliore comfort di guida. Come le catene da neve, le calze sono dispositivi legati a motivi di sicurezza. Si tratta di supporti antislittamento che facilitano la conduzione su strade ghiacciate o innevate. Spesso realizzate in tessuto (soprattutto fibre di poliestere), le calze da neve possono anche essere ricavate da materiali compositi. Aiutano a rafforzare l’aderenza e migliorano la tenuta di strada assorbendo l’acqua dall’asfalto, al fine di ridurre il rischio di aquaplaning e sbandamenti. Tuttavia sono meno resistenti rispetto alle catene. Altre limitazioni si rilevano nella durata di vita e nell’efficacia per ciò che riguarda il grip laterale.

Pneumatici invernali, catene e calze da neve: attrezzature che ti permettono di affrontare le condizioni climatiche dei mesi invernali con la massima sicurezza e serenità. La scelta va compiuta in base al tuo budget, ai luoghi in cui ti muovi e alle tipologie di tragitti che percorri in inverno.